giovedì 29 settembre 2011

NOTTE DI FINE ESTATE

Credevo fosse lei..ad affascinarmi.
mi devo ricredere ,
perchè non avevo mai guardato attentamente il suo letto...


Lei appare sempre in primo piano.
grande, luminosa, maestosa ed elegante,
mentre tutto il resto rimane sullo sfondo.
Quasi per decoro secondario.




Mi ricredo in questa notte di fine estate;
quando il caldo svanisce insieme ai ricordi,
quelli stravaganti, di un'estate che finisce.


Mi ricredo in questa notte.
Dove la punta del mio naso è congelata.
Ii miei occhi ammirano il mantello nero,
quello decorato da mille pietre luminose,
come gli occhi di un'innamorato...


Sono obbligata a ricredermi...
Sull'unica cosa che credevo davvero affascinante.
Lei passa in secondo piano,
 in questa notte di fine estate.


La sua coperta buia e impreziosita,
 diventa padrona della scena.
Su questo palco, dove i sipari son calati,
ho scoperto un nuovo amore.


Quello per il cielo,
 senza la sua padrona.


E' nella notte,
 dii fine estate ,
che i miei pensieri volan su di esso.


Il mio cuor, si accende con la fiamma della stella più vibrante...


Ed ecco svelato il mistero... del più grande mantello oscuro,
che trattiene tutti i cuori  innamorati dell'universo, 
senza esso...
 Molti altri,
 non riuscirebbero a trovar la miccia...


Coperta illuminata ,
che riscaldi i nostri sentimenti, 
quelli più timidi,
fragili,
innoncenti...


Cala in questa notte,
 di fine estate,
 e dona a tutti i cuori,
 che t'hanno regalato un pensiero...


Un sogno che all'alba, 
non sia stato,
 solo un puro ed emerito.. sogno.....





lunedì 26 settembre 2011

PICCOLI PENSIERI QUOTIDIANI

"Quando eravamo piccoli tutto ci apparve immenso, adesso siamo grandi e tutto ci appare minuscolo paragonando il ricordo di come vedevamo quando eravamo piccoli....Ma non tutti ricordano l'immensa grandezza che circondava il mondo dei piccoli.... e senza il ricordo di una grande visione certe persone hanno smesso di sognare e di  guardare in grande... Proprio come con gli occhi di un bambino, ma in un corpo e in una mente da grande....Io non ci sto!
Non smettere di sognare...mai!



domenica 25 settembre 2011

New Dimension

Ed ecco che ad un tratto, tutto si prospetta esattamente come ho sempre desiderato...Niente di meglio potevo immaginare, non mi ero costruita castelli di carta sapendo che il vento è forte e avrebbe potuto farli crollare, ma da un'istante all'altro tutto pareva così perfetto e cristallino che volendo o non volendo mi ritrovai all'interno di quel castello, non sapendo se fosse fatto di carta o di cristallo dovevo stare molto attenta perchè la carta è fragile ma il cristallo lo è ancor di più....


Con passi lenti ma felpati come quelli di un felino, mi addentrai in questa nuova dimensione che si era presentata, incredula e meravigliata da cotanta bellezza rimasi senza parole come se una paralisi delle mandibole mi stesse assalendo...


I miei occhi ammiravano gli arrendamenti di un castello fatato, tutto era magico all'interno e nulla pareva fuori luogo o volgare, una scelta casuale maledettamente azzeccata che frastornava i miei più intimi sentimenti. 


Continuavo a chiedermi perchè il fato avesse voluto regalarmi questa dimensione, o se in realtà era la mia mente malata che si era addentrata in luogo oscuro che agli occhi di una fanciulla ancora in età fertile sarebbe parso come un mondo limpido svuotato da ogni male, pensavo e ripensavo senza trovare una risposta all'interno del castello che stavo visitando...


Come ogni rocca forte, ci deve esser una leggenda o una storia e mi convinsi di cercare il pelo nell'uovo di questo castello, positivo o negativo che sia, ma la mia ricerca non diede buoni risultati e così dovetti arrendermi dal cercar qualcosa che non c'era...


Non vi trovai una fata, un mostro o un mago...nulla di nulla...solamente una bellezza limpida e fresca che riempiva il mio cuore...Capii solo allora che la storia in quel castello di carta o di cristallo la stavo scrivendo io avessi voluto o no, il destino ben poco c'entrava perchè la protagonista della favola ero io e il mio unico compito era quello di scrivere la storia dall'inizio.....






"Ho superato quelle mura con le ali leggere dell'amore poiché non v'è ostacolo di pietra che possa arrestare, il passo dell'amore..."

William Shakespeare

lunedì 5 settembre 2011

VIENE E VA...

Lei arriva, lei se ne va...
Quando ritorna con precisione non si sa,
ma conosciamo benissimo ciò che ha lasciato,
quello che ci ha portato e che ricorderemo per il resto dei nostri giorni.

E' particolare, a volte soffocante e afosa,
ma tutti l'attendiamo almeno una volta l'anno,
l'accogliamo con grandi feste d'inizio e la salutiamo con feste di fine,
se ne va lasciando nei cuori di tutti ricordi strepitosi.

Va via come il sole tramonta all'orizzonte,
ma ci sorprende così delicata come l'alba vista a riva del mare...
Lei è capace di regalare emozioni uniche,
è una sorta di cupido, ci fa innamorare,
organizza incontri e lascia tutto nelle mani del destino...

Sarà poi lui...freddo e grigio che cercherà di spazzar via tutto,
tutto quello che in pochi mesi si è venuto a creare...
ma saremo noi a tenerla viva nei nostri ricordi...

L'estate unica e vera stagione dell'amore,
L'estate unica e vera stagione della passione,
L'estate unica e vera stagione del calore,
anche quello umano,
tutti sono più allegri e vivaci...
L'estate unica come solo lei può essere...ora ci saluta...
L'appuntamento sarà nello stesso posto alla stessa ora tra circa un'anno....

Ciao Estate!!!
Licenza Creative Commons
Nascondiglio Pubblico by Claudia Bombonato is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at http://nascondigliopubblico.blogspot.com/.