mercoledì 12 maggio 2010

IL PALATO DEI PENSIERI

Dolcemente amaro,
Aspramente dolce,
ti ho inseguito mio caro,
fin dove tu hai posato il tuo calice,
quando capii quel che avevo ormai di raro,
tu solo con i tuoi occhi,
io sola con le mie lacrime,
rimasi impietrita a guardare nella notte,
quel che tu mi imposi.

Amarezza dolce che mi gela dentro,
acido acuto che mi scuote,
è l'amara dolcezza del sapore amaro che l'amore tu mi imposi,
senza più parole oramai,
rimasi lì,
allibita e convinta che l'amore non potesse essere altro,
un sentimento privo di sfumature,
o era dolce o era amaro.





Nessun commento:

Posta un commento

Licenza Creative Commons
Nascondiglio Pubblico by Claudia Bombonato is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at http://nascondigliopubblico.blogspot.com/.